ita - eng
fine art photo editions
logo
user

LATODODICI - Chiara Arturo e Cristina Cusani

Autore precedente

Opere dell'autore

Clicca per acquistare


Biografia

L12 \ Latododici, nato da un’idea di Chiara Arturo e Cristina Cusani, è una collezione di appunti visivi: fotografie fine art di piccolo formato con tiratura limitata, incorniciate o incartellate con cura da artigiani napoletani.¨Provenienti da percorsi differenti, le due fotografe si incontrano durante LAB, il Laboratorio Irregolare di Antonio Biasiucci, e continuano a lavorare insieme.

Curriculum

Cristina Cusani nasce a Napoli nel 1984, l’anno seguente si trasferisce a Roma con la famiglia. Nel 2005 dopo la laurea in Scienze della Comunicazione all’università La Sapienza di Roma si dedica allo studio della fotografia prima all’University of the Arts, London College of Communication a Londra, successivamente all’Outside School a Roma e all’Accademia di Belle Arti di Napoli. La sua indagine fotografica nasce dalla ricerca di un’identità profonda, un’analisi personale che si traduce nell’espressione di temi universali. Dal 2005 espone in alcune mostre collettive tra cui l’XI Premio Cairo a Milano e la XIII edizione del Fotografia – Festival Internazionale di Roma. Espone in alcune mostre personali tra cui nel 2008 Tufo alla EB Gallery di Roma e nel 2011 Necropoli al Museo MADRE di Napoli. Nel 2012 segue il Laboratorio Irregolare con Antonio Biasiucci da cui è nata la mostra itinerante Epifanie e nel 2015 viene selezionata per la residenza d’artista BoCs Art dove realizza un opera per il Museo di Arte Contemporanea di Cosenza. Attualmente vive e lavora tra Napoli e Roma.
www.cristinacusani.com

 

Chiara Arturo nasce a Ischia (NA) nel 1984. Durante gli anni dell’università, in parallelo con gli studi in Architettura alla Federico II di Napoli, si concentra sulla fotografia come mezzo espressivo, con un particolare interesse per il paesaggio. Integra la sua formazione nel campo delle arti visive e partecipa ad alcune esposizioni collettive tra cui Archive Tellers al MAXXI. Si laurea con lode con una tesi sperimentale in Landscape Urbanism sulla contaminazione ambientale in Campania. Nel 2012 entra in LAB, il Laboratorio Irregolare di Antonio Biasiucci. Tra il 2014/15 espone con LAB a Castel dell’Ovo, al Festival Internazionale FotoGrafia di Roma e al SIFest di Savignano sul Rubicone con la mostra-installazione Epifanie. Nel 2015 la prima personale con 18 miglia alla Galleria Eloart (Ischia, NA). Attualmente lavora ai suoi progetti personali e come assistente per Antonio Biasiucci. Vive tra Napoli e Vicenza. La sua ricerca personale è incentrata sulla percezione del paesaggio e degli spazi, sull’archiviazione del ricordo, sul modo in cui percezione e archiviazione influiscono sulla costruzione dell’immaginario; partendo da un’indagine introspettiva, con metodo cartografico, si focalizza sulle geografie del pensiero, le tracce, il viaggio, la visione, le ferite.
www.chiararturo.com


Autore successivo