#IOFOTOGRAFOACASA per Kromìa - Chiamata alle arti!

VITA STESA AL SOLE: ROBERTA BASILE PER #IOFOTOGRAFO A CASA!

(English text below)

 

 Primi segnali di vita! Celebriamola con Roberta Basile per…

 

#IOFOTOGRAFOACASA per Kromìa – CHIAMATA ALLE ARTI!

di Diana Gianquitto

 

Lo ripetiamo: dobbiamo dire veramente poco per intenderci sul fatto che stiamo vivendo un momento impegnativo ed epocale.

Kromìa da sempre sente pulsante la mission di arrivare ai cuori e nelle case di tutti, promuovendo la democraticità della fruizione artistica. E nelle case di tutti, a maggior ragione in questa fase #iorestoacasa, avvertiamo ancor più importante giungere oggi in modo incisivo.

Già  sul nostro Blog vi stiamo tenendo compagnia con l’iniziativa #kromìarestaconvoi, con pillole di cultura e creatività fotografica.

Ma, in questo momento storico, abbiamo desiderio di far di più: far sì che questa condizione, e questo filo rosso che vogliamo mantenere con voi, nostri appassionati e fruitori, e con i nostri artisti, cuore pulsante di Kromìa, si traduca in vera produzione di nuova creatività, artistica e di vissuto.

Per far fronte all’emergenza innanzitutto esistenziale del ritrovarci inaspettatamente a rimodulare le nostre vite, ritmi, riti, abitudini, noie, beghe, passioni, desideri, alla luce di quanto la soglia domestica consente di fare. Un confine che può tradursi anche però, inaspettatamente, in un accesso a nuove dimensioni. Nello scoprire potenzialità nuove e impreviste nel nostro quotidiano, una nuova sensibilità, una differente attenzione a cose, persone, emozioni.

Chi meglio degli Artisti, antenne sensibilissime, come nella definizione e metafora di Marshall McLuhan, può insegnarci dunque a “reagire ai pugni” delle mutazioni dei tempi anziché “prenderli sul mento”?

È a loro dunque che ci siamo rivolti: chiamata alle arti è l’espressione spesso utilizzata per ricordare l’iniziativa di quel Maestro di Lucio Amelio davanti a un’altra grossa crisi. Noi vogliamo idealmente inserirci in quell’esperienza prestigiosa, e trarre da essa l’insegnamento di voler fare, della difficoltà, occasione di nuova arte.

Abbiamo dunque ideato il progetto artistico, editoriale online e di beneficenza:

 

#IOFOTOGRAFOACASA

(a cura di Diana Gianquitto, con Direzione Artistica di Donatella Saccani)

 

Come funziona?

  • Abbiamo invitato i nostri fotografi a rivolgere, come magari già stanno facendo spontaneamente, il loro sguardo fotografico a ciò che si può vedere e vivere in casa, o dalla finestra e balcone di casa.
  • I nostri autori hanno scattato in modo anche easy, da cellulare, o secondo le loro preferenze, ciascuno nello stile e linguaggio che gli è proprio.
  • Abbiamo corredato l’immagine di una nota critica, e laddove possibile di una intervista audio all’autore, per guidarvi nei significati e valori artistici dell’opera, e per farvi entrare davvero “dentro lo studio” dei nostri fotografi! In particolare, a tutti chiediamo come l’isolamento impatta sul loro processo creativo e di lavoro, quali plus dona, e quali minus sottrae, in modo tale da offrire anche una mappatura antropologica dell’essere artista nella pandemia.
  • L’immagine poi rimarrà nell’archivio di esposizione e vendita Kromìa confluendo con le altre pervenute – a partire da quando la situazione sanitaria si sarà normalizzata – in un kit di cartoline a fine di beneficenza #Iofotografoacasa, a ricordo e supporto di questo momento storico.

Diamo dunque il via a questo nostro progetto, grati verso gli artisti che hanno scelto di aderire e desiderosi di potervi mandare, in questo modo, ancor più percepibile il nostro abbraccio, più che mai oggi con forza, nella forza dell’arte.

 

Oggi #fotografaacasa per Kromìa:

ROBERTA BASILE

Senza Titolo

 

“Esiste solo ciò che si può vedere”, diceva Frank Stella. Non nella superficialità di negare l’essenza, ma nella profondità di comprendere che è il filtro dell’osservatore a dar senso a tutto.

In una sorta di cabala visiva, vedere equivale dunque a creare, dare realtà, generare. Ecco perché, se la propria cifra artistica è – come in Roberta Basile – la sintonia con tutto quanto è “momenti vivi di creazione, resilienza, risposta agli stimoli”, testimoniare lo spirito del momento attuale non può passare attraverso i segnali di morte, ma unicamente da quelli di vita.

Che l’artista ha proprio cercato, dalla propria dimensione domestica e intima, praticamente creato grazie al suo filtro osservatore, in una lenta e dedita contemplazione di molte ore. Con lo strumento di uno zoom “non voyeuristico, ma di vicinanza”. Alla ricerca di indizi embrionali, energia in gestazione, piccoli, ma grandi, annunci di un (nuovo) inizio. Tenendo fede alla sua consueta natura stilistica, in amorevole accoglienza di vibrazioni emotive ed esistenziali, restituendole in struttura compiuta, ma non costringente.

E così, il pattern neoclassico di un edificio religioso si fa griglia geometrica a inquadrare ed evidenziare lo scarto libero di un altro riquadro invece curvato dal vento, quello di un lenzuolo con una palma pasquale improvvisata; e, sullo stesso casamento, gli accidenti mossi e poetici di ombre su tessuti e disegni del tempo sull’intonaco ritrovano ordine nella modularità quadrangolare e ritmica di panni – solo in quel giorno colorati – e mollette. In contrasto quasi magrittiano con la sorprendente presenza di un gabbiano, e la curvilinea sinuosità del suo corpo, specchiato in forma e cromia – con mirabile sincronicità estetica – nel ricciolo architettonico.

Un dittico di apparenti bucati quotidiani, che inducono in realtà a molto di più: lavata e offerta alla forza purificatrice di sole, vento e natura, una nuova umanità è in attesa d’essere indossata.

 [nota critica di Diana Gianquitto]

 

Scopri di più sull’autore!

 

 

 

(English text)

 

 

NEW PROJECT: #SHOOTING@HOME for Kromìa – CALL FOR ARTS!

by Diana Gianquitto

 

It’s sure that we are living an epoch-making moment.

Our mission is democracy for the arts, and arriving to everybody’s home. Especially today, that we have to stay home for our safety.

On our Blog we already run the project  #kromìastayswithyou, with articles of photographic culture and creativity.

But we wanted more: transforming this though period in new production of new art.

We live the existential emergency of re-modulating our daily lives, routine, problems, joys, issues, rituals, passions. This boundary can also become an access, to new potentialities and perceptions.

Marshall McLuhan said that artists, very sensitive aerials, can teach us how to react to changes, instead of undergoing them.

So, we asked to our artists to take part in our new idea: the expression call for arts is also used to remember the project of the Master gallerist Lucio Amelio to react in front of the big 1980 Irpinia earthquake. We want to learn from that prestigious example, and transform difficulty in new art.

 

So, here you are our new online editorial, artistic and donation project:

 

#SHOOTING@HOME

(curated by Diana Gianquitto, artistic direction by Donatella Saccani)

 

  • We asked our authors to observe what they can see at home, or from home: a new vision, for a new temporary life style.
  • We asked them to shoot a new work for us.
  • We accompany every image with a critical text and, if possible, with an audio interview to the artist. So, we want to guide you by hand in the work’s artistic meaning, and introduce you directly in our photographers’ studio! Especially, we are asking our artists which are the plus and minus of the lockdown on their process of creativity, so as to offer you an anthropological mapping of being an artist during this pandemic.
  • The images of the project will be part of the display and selling archive of Kromìa, and when the sanitary situation becomes normal again, it will be possible buying them in a kit, and the proceeds from their selling will be donated for charity, in memory and sustain of this historical moment.

So, let’s go on with our new project!

We are grateful to the artists that decided to take part in it, and longing to make you arrive, with their works, even more perceivable embrace, today more stronger than ever, with the strength of art.

 

Today is #shooting@home for Kromìa:

ROBERTA BASILE

Untitled

 

Looking means creating, with the filter of our own sensitivity.

That’s why Roberta Basile, whose style has always been grasping signals of life, is able to create, in hours of patient observation, hope and re-generation hints, also in a lockdowned city.

She finds, with an empathic – not voyeuristic – zoom new emotional vibrations and, in a feminine and maternal way, she organizes them in new life, as usual in her photography.

So, the neoclassical geometry of a building offers order to another rectangular, but curved by the wind, shape: a sheet with an Easter symbol. And, beside, shades on fabrics and drawings of time in the plaster are tidied up in a grid of clothes. In a Magritte-like absurd, they contraxt with the opposite curve lines of a seagull, and of an architectural decoration – in the same colours!

Not a simple diptych of laundry, but much more: purified by the strength of nature, wind and sun, a new humanity is ready to be worn.

 

 [critical text by Diana Gianquitto]

 

Discover more on the author!

 

Immagini, dall’alto / Images, from top:

Roberta Basile – Senza Titolo / Untitled – Csy Kromìa and the artist

Roberta Basile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: