ENG

in:
fine art photo editions
logo
user

PINO MIRAGLIA

Autore precedente

Opere dell'autore

Clicca per acquistare


Biografia

Formatosi nell'ambito del teatro di ricerca e di figura degli anni '80 nel ruolo di attore e datore luci, comincia nel 1989 ad occuparsi di immagine e comunicazione visiva come fotografo e regista. L’indagine della sua ricerca fotografica è naturalmente proiettata verso l’uomo: la sua identità, il rapporto con l’ambiente circostante e la rappresentazione che fa di sé nella musica, nel teatro e nell’arte.

Curriculum

Pino Miraglia è nato a Napoli nel 1961 dove vive e lavora.
Formatosi nell'ambito del teatro di ricerca e di figura degli anni '80 nel ruolo di attore e datore luci, comincia nel 1989 ad occuparsi di immagine e comunicazione visiva come fotografo e regista.
Per tutti gli anni '90 si dedica principalmente alla fotografia di spettacolo (teatro, musica ed eventi), pur non tralasciando il proprio percorso di ricerca legata al video, alla fotografia e al teatro.
A metà degli anni '90 è testimone oculare del fermento musicale che si respira a Napoli con il movimento Posse e gli Almamegretta, da qui l’idea per la mostra iconografica “Napoli Cover: dagli Showmen a gli Almamegretta”.
Partecipa a molti progetti editoriali sulla musica e l'arte. Fornisce immagini per la pubblicità e l'editoria.
E’ fotografo di scena per compagnie teatrali, festival e rassegne musicali. Presenta alcune sue personali fotografiche e partecipa a varie colletive di arte visiva.
Nel 2000 fonda camerachiaraimage, che si occupa di promuovere e diffondere la fotografia e l'immagine d'autore a Napoli.
Con camerachiaraimage dà vita a molti progetti fotografici legati al sociale e alla musica (Immaginapoli, Corpi Musicali, UgualiDiversi, 10 Fotografi per la pace, La Piazza trasognata, Gli occhi della musica, Jazz to Jazz) esponendo sempre in spazi non convenzionali ma preferendo contesti legati ad eventi (festival musicali e culturali) o strutture non nate principalmente come luoghi espositivi (Aeroporto di Napoli, Porto di Napoli, Accademia di Belle Arti, Città della Scienza, sedi comunali ecc.)
Dal 2002 al 2005 è il fotografo ufficiale dell’azienda di corde musicali “Galli Strings” e cura l’immagine per vari artisti della  “MaroccoMusic” e della scena musicale napoletana.
Gira un cortometraggio di video art “Il corpo delle ore” che narra del rapporto tra architettura e medicina.
Dal 2005 al 2012 è fotografo ufficiale di svariati eventi musicali (Ethnos, Una Provincia in Jazz, One Love Peace for kids, Divino Jazz Festival, Passione Tour) collabora con il Pomigliano jazz Festival e documenta le tre edizioni dei “Teatri della Legalità”, una rassegna promossa dalla Regione Campania che porta agli studenti, attraverso il linguaggio teatrale, i valori della legalità e dell’eguaglianza.
Collabora con Philippe Daverio alla realizzazione della mostra antologica di Antonello Leone e realizza vari videoracconti fotografici (Antonello Leone, Jazz to Jazz, I Vesuviani)
Con il regista Raffaele Di Florio realizza una videoinstallazione su Giovanni Falcone per il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano e “Guardate! Racconti fotografici”, uno spettacolo teatrale itinerante sull’arte e la fotografia.
Realizza il concept e la grafica di mostre-percorsi iconografici interamente in digitale su pannelli di grandi dimensioni
(Mario Scarpetta: il sorriso e l’attore; Nino Taranto ha 100 anni; Terra Mia:Pino Daniele 30 anni in musica; Partono 'e bastimenti – La canzone dell’emigrazione; Salvatore di Giacomo e la canzone: un mestiere d’arte).
Nel corso della sua attività ha tenuto e tiene corsi di fotografia e laboratori di fotografia e di  drammatizzazione di testi attraverso l’uso di linguaggi non verbali. Attualmente documenta gli eventi legati allo spettacolo, alla cultura e al sociale.
È ideatore e art director di Movimenti per la Fotografia presso il MAV di Ercolano.



Autore successivo